ASCOLI PICENO – Domenica 6 Aprile a Montegallo verrà consegnato l’annuale riconoscimento musicale intitolato a “Fabrizio Rossodivita”, archivista RAI prematuramente scomparso nel 2006 e dalla cui profonda cultura musicale ha attinto un’intera generazione di giovani montegallesi. “Il premio”, come ricorda l’ideatore dell’iniziativa l’attore e autore Francesco Eleuteri, “è stato concepito, oltre che per ricordare la qualità assoluta della personalità di Fabrizio, per omaggiare un artista proveniente dal territorio piceno che si sia distinto sulla scena musicale nell’anno precedente.”

L’edizione 2013, a cui si riferisce la cerimonia di premiazione di Domenica 6 Aprile, è stata assegnata al trombettista ascolano Giulio Spinozzi. L’attività musicale di Giulio Spinozzi si contraddistingue per l’altissimo livello di preparazione professionale che gli consente di dar prova della sua abilità d’artista nei più disparati generi e discipline musicali; dal classico al moderno, dall’opera al jazz, dal funky al rock passando anche per molteplici esperienze teatrali.

Come nelle sei edizioni precedenti anche quest’anno il premio musicale “Fabrizio Rossodivita” è rappresentato da un’opera concepita esclusivamente per l’occasione dallo scultore romano Marco Pettinari. Quest’ultimo da anni si distingue nel panorama artistico nazionale per la sua eclettica capacità di adottare per la realizzazione dei suoi lavori sia tecniche tradizionali sia sperimentali giungendo ad esplorare possibilità di utilizzo di materiali sintetici o di riciclo.

La scultura che Giulio Spinozzi riceverà Domenica a Balzo di Montegallo costituisce un perfetto esempio del percorso creativo messo in atto da Marco Pettinari il quale ha voluto, a partire da questa edizione, mutare completamente la direzione del concepimento artistico rispetto agli anni passati. Non a caso Francesco Eleuteri offre così il suo commento finale:  “Giulio Spinozzi e Marco Pettinari, due eclettici talenti nel ricordo di un talentuoso eclettico, Fabrizio Rossodivita!”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 291 volte, 1 oggi)