ASCOLI PICENO – Che la stagione dell’Ascoli fosse una delle più travagliate si era appreso sin dall’inizio del campionato, risolti  guai societari però mister Destro deve fare ogni settimana i conti con l’infermieria e le squalifiche, sono solo 19 infatti  i convocati per la trasferta di Prato e Carpani dovrà operarsi al menisco.

Dopo la rifinitura del sabato mattina al Del Duca i bianconeri sono partiti per Prato convoacati 19 giocatori: Capece, Cesselon, Cipriani, Eleuteri, Gandelli, Giacomini, Giovannini, Gragnoli, Greco, Grilli, Magliocchetti, Oddi, Pazzagli, Russo, Ruzzier, Schiavino, Scognamillo, Storani, Tripoli.  Brutta tegola per l’Ascoli, il promettente centrocampista Gianluca Carpani, si è lesionato il  menisco laterale del ginocchio destro, il giocatore  nei prossimi giorni sarà sottoposto ad intervento chirurgico in artroscopia.

Difficile ipotizzare la formazione, quasi sicuramente sarà riconfermato Russo tra i pali, e forse vedremo l’esordio di qualche giovane.

Capece il play maker del centrocampo bianconero è rigenerato da quando Destro ha trovato la sua posizione ideale:”L’anno scorso non ero partito bene, quest’anno è andata molto meglio, con il mister ho trovato il mio ruolo ideale davanti alla difesa, posso ricoprire altri ruoli a centrocampo ma questo è il mio preferito e ho acquistato fiducia.Sono cresciuto molto anche di testa.”

Sul futuro tanta incertezza:”A gennaio potevo andare via, poi mister Giordano mi convinse a rimanere, per l’anno prossimo decideremo con la società. Adesso pensiamo a fare bene, è il nostro obiettivo.” Per la trasferta di Prato il centrocampista è fiducioso:”All’andata c’è stato un pareggio immeritato da parte loro, certo vengono da un cinque a zero che sicuramente avrà lasciato l’amaro in bocca e avranno bisogno di riscattarsi, ma noi ce la giochiamo.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 279 volte, 1 oggi)