ASCOLI PICENO –  Il 25 maggio si rinnovano Sindaco e Consiglio Comunale. Manca ancora un mese e mezzo alla sfida elettorale ma già si delineano gli schieramenti in vista del voto del mese prossimo. Si voterà nella sola giornata di domenica, dalle 7 alle 23,  insieme alle Elezioni europee.

Il sindaco uscente, Guido Castelli , si presenta per un secondo mandato, sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Nuovo Centrodestra e da otto liste civiche.

L’ex assessore alla cultura Davide Aliberti  in lizza con un polo civico formato da sette forze che lo sosterranno. Tra di esse, Azione Popolare di Claudio Travanti.

Il Map,  a sorpresa, si defila dallo schieramento di centrodestra e si presenta autonomamente con l’ex sindaco di Folignano, Pasquale Allevi.

L’Udc, anch’esso da solo, presenta il consigliere regionale Valeriano Camela. Ad Ascoli non si è riproposto il “Modello Marche” che vede il partito centrista alleato con il Pd in Regione.

Il Movimento 5 Stelle, forte del 29% incassato nelle scorse elezioni politiche, propone il proprio portavoce cittadino Massimo Tamburri alla carica di sindaco.

Il centrosinistra, formato da Pd, Sel e Psi e forse una lista civica, appoggia il candidato sindaco uscito dalle primarie dello scorso 9 marzo, Giancarlo Luciani Castiglia, esponente dell’area Pd vicina al premier Matteo Renzi. Al momento non è dato sapere se l’Idv sarà della partita.

L’ex esponente del Partito Democratico, Micaela Girardi, entra nell’agone politico con la lista “In Ascoli” che raggruppa esponenti della società civile e dell’ambientalismo, con l’appoggio di Green Italia.

Infine lo schieramento di sinistra Ascoli Rossa, che inizialmente doveva fare fronte comune con Articolo 1 di Andrea Quaglietti, candida sindaco la 33enne Ilaria Mascetti.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 949 volte, 1 oggi)