CASTEL DI LAMA –  I “grillini” svelano il nome del candidato sindaco per le amministrative. Si tratta di Mauro Bochicchio, ingegnere e attivista del movimento a Castel di Lama.

“Il nostro principale cardine è la democrazia partecipata, per chiedere ai cittadini cosa bisogna fare”, esordisce il candidato sindaco.

“Noi siamo nel Movimento perchè lo vogliono i cittadini, gli altri partiti scelgono i candidati solo per portare voti” continua Bochicchio.

“Noi puntiamo sulla mobilità, con 140 firme per il pulmino, ma il Comune ci ha ignorato. Castel di Lama è un cantiere aperto, con tante incompiute. Tutte le lottizzazzioni autorizzate non sappiamo quando finiranno. Abbiamo un ottimo progetto per terminare  e asfaltare Via Diaz: si può fare con 150mila euro e per questa opera possiamo utilizzare i servizi della lottizzazione”.

Sulla questione ambientale, il candidato aggiunge che “Castel di Lama è ultima nella provincia per la raccolta differenziata. I cittadini possono scegliere se fare la raccolta porta a porta oppure portare i rifiuti nell’isola ecologica. Un’altro cittadino può farlo per gli altri sono impossibiltati. Sulla questione Relluce, il Comune non si può limitare a dire che la discarica non funziona. Relluce ha avuto 8 diffide  per non aver gestito le prescrizioni. Il Comune sia parte attiva. Nessuno ha detto che Piceno Ambiente ha un grande conflitto di interesse. Tutti i Comuni della Vallata si uniscano per risolvere questa situazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 771 volte, 1 oggi)