Il video sarà visualizzabile anche nei notiziari di Super J, canale 603 nelle Marche e Val Vibrata e 634 in Abruzzo. Riprese e montaggio di Arianna Cameli, servizio di Pier Paolo Flammini.

APPIGNANO DEL TRONTO – Grande successo per il Festival Internazionale di cortometraggi “Frammenti” che ancora una volta ha stupito tutti per l’alta qualità dei lavori in concorso e per la rilevanza culturale dell’iniziativa.

Si è aggiudicato il prestigioso “Premio Frammenti” per il miglior corto in assoluto, Diego Monfredini, con l’opera “Malatedda”. Il giovane regista piacentino ha colpito la giuria del Festival con un film di sei minuti, denso, carico di energia, accurato e misurato, la cui forza poetica ha espresso in maniera convincente uno stato in cui s’inseriscono malessere e intenso vivere. “Malatedda” affronta il disagio psichico in maniera creativa, al lavoro hanno partecipato attori non professionisti e persone affette da disabilità, quasi a voler rilevare il confine spesso labile e indistinto delle categorie sociali convenzionali. Il premio del valore di 800 euro è stato consegnato al regista dall’associazione Frammenti di Appignano del Tronto.

La giuria di qualità capitanata da Fabrizio Pesiri, direttore artistico del premio Libero Bizzarri, Loredana Antonacci appassionata cinefila, Tommaso La Selva dell’associazione Blow Up, Emanuele Verdecchia del Centro Giovani di San Benedetto, e Arianna Cameli, dell’associazione Frammenti, ha voluto riservare una Menzione Speciale per il corto d’animazione a “Scale (Bilancia)” di Amin Rahbar. L’opera sintetizza con estro e originalità l’evoluzione della società, da agricola a industriale, e le conseguenze catastrofiche del progresso incontrollato con un’efficace sintesi tra ritmo e grafica.

Uno dei protagonisti principali del Festival Frammenti è stato, anche quest’anno, il pubblico presente in sala domenica 13 aprile. Gli spettatori dopo aver visionato tutte le opere selezionate alla finale del Festival, hanno potuto votare il proprio vincitore e assegnare a Ezio Maisto per “La currybonara” il “Premio speciale del Pubblico” come miglior corto, del valore di 200 euro. Il video ha colpito per l’elemento interculturale e per il forte taglio ironico.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 295 volte, 1 oggi)