ASCOLI PICENO – Importanti e positive novità per il nostro territorio sul fronte della lotta al cosiddetto digital divide, ossia la disparità di accesso alla rete. Sono stati, infatti, attivati i servizi telematici relativi al Progetto Marche Wave promosso dalla Provincia con risorse dell’importo complessivo di oltre 618 mila euro, di cui 515 mila con i fondi Por-Fesr erogati dalla Regione e oltre 103 mila euro a carico del dell’Ente per garantire la copertura a banda larga con tecnologia wireless a favore delle aree territoriali del Piceno non raggiunte da Adsl.

L’amministrazione provinciale ha firmato con la società Ati Wi Marche, che ha curato la realizzazione della rete wireless, il documento per l’avvio della vendita dei servizi a imprese e privati. E’ inoltre previsto il WholeSale, ossia tutti gli operatori di telecomunicazioni interessati potranno affittare la struttura telematica.

“Si tratta di un traguardo significativo per le imprese e i cittadini del Piceno – ha sottolineato con soddisfazione il presidente Piero Celani – per la crescita e lo sviluppo sono infatti necessarie non solo le infrastrutture materiali come strade, ponti, marciapiedi, ma anche le cosiddette infrastrutture immateriali come la rete per comunicare a livello globale e vendere prodotti o accedere a servizi. Con questo intervento abbiamo raggiunto una copertura complessiva del 96% della popolazione una distribuzione tra le più alte in Italia e, ci stiamo adoperando, per realizzare ulteriori progetti che pongano il nostro territorio all’avanguardia”.

Sul progetto Marche Wave, la Provincia aveva promosso con un buon riscontro specifici incontri con gli amministratori del territorio, il presidente Celani ha in programma di organizzare un nuovo ciclo d’incontri stavolta con i cittadini e altri utenti interessati per informare e sensibilizzare sulle opportunità derivanti dall’attivazione dei servizi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 234 volte, 1 oggi)