ASCOLI PICENO –  “Anche se non saremo presenti alle elezioni, vogliamo fare un resoconto della nostra azione”. Così gli esponenti de L’Alveare che hanno voluto incontrare la stampa per fare un resoconto dell’attività decennale in Consiglio Comunale.

Roberto Paoletti afferma che “non siamo una lista elettorale, ma un movimento civico che si spende per la città. Vogliamo fare un resoconto di quello che abbiamo fatto in questi anni. Al primo posto mettiamo la partecipazione del cittadino alle decisioni importanti. Noi continueremo a parlare, perchè non siamo legati al fatto di essere una lista elettorale. Le decisioni non sono mai state prese in solitaria, ma sempre decise in assemblea”.

L’ex consigliere comunale Lara Caponi ricorda la sua esperienza in Consiglio nella legislatura eletta nel 2004: ” in quegli anni eravamo un’opposizione seria con Giorgio Rocchi coordinatore. La nostra azione ha evitato devastanti accordi di programma contro la versione del Polo Universitario voluta dalla giunta Celani. Se il tirassegno oggi è un parco, è grazie alla nostra opposizione. Abbiamo preso le distanze da tante posizioni che erano dannose. Qualche volta abbiamo, però, votato con il centrodestra, perchè ritenevamo giuste quelle azioni. La pista ciclabile è viva grazie al nostro intervento. Le case popolari hanno ottenuto il via libera anche grazie a noi.”

Marco Regnicoli esamina la legislatura iniziata nel 2009: “anche dal 2009 siamo stati fermi e decisi contro delibere che andavano contro di noi. Non abbiamo potuto, però, niente, contro la “dittatura” della maggioranza. Ricordo la nostra battaglia contro la Saba, cercando di attivare la proposta per riprenderci i parcheggi. Adesso si stanno soltando inaugurando strade e piaze senza un’adeguata programmazione. Non sappiamo niente riguardo le partecipate perchè ci è stata fornita poca documentazione. L’Amministrazione ha buttato via risorse su comunicazione e su iniziative che poi sono state migliorate successivamente. Un Sindaco che ha curato moltissimo la sua immagine. Ricordiamo anche il nostro voto a favore della riconversione dell’Area Carbon per bonificare il sito. Sappiamo che in questi anni sarà possibile modificare il progetto in questione. Dopo dieci anni la proposta degli orti urbani è stata approvata all’unanimità ed ora è patrimonio di tutti. Speriam, un giorno, di poter governare.”

Sulle prossime elezioni afferma Roberto Paoletti: “non abbiamo dato indicazioni di voto. Il cittadino sappia scegliere chi ha una proposta civica concreta per la città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)