Pubblichiamo una nota di Sinistra APerta –  SEL per Ascoli

“La piaga dei parcheggi SABA è una delle vergogne della destra ascolana. Un’azienda privata, non di Ascoli, a cui gli ascolani in crisi devono pagare ogni giorno il pedaggio come nel medioevo. Forse non tutti sanno che un ricorso al Tar aveva reso possibile la ridiscussione del Piano sosta piceno. Il Comune di Ascoli, cioè la destra, ha fatto ricorso in appello al Consiglio di Stato insieme alla SABA contribuendo a riconfermare questo sciacallaggio! Perché? Per quali interessi? Una delle prime azioni che dovrà intraprendere la nuova amministrazione sarà la ridiscussione immediata del Piano sosta. Via gli sciacalli dalle strade di Ascoli, via la destra delle clientele. Un’altra città è possibile.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 369 volte, 1 oggi)