ASCOLI PICENO – Si cercherà di rientrare nella piena legalità nel giro di poche ore. Così si è concordato questa mattina presso l’Ufficio Anagrafe di Ascoli Piceno, tra i rappresentanti di tutte le liste e la dirigente comunale Dott.ssa Falciani. Come denunciato nei giorni scorsi dalla sola lista “inAscoli – con Miki Girardi”, si è dovuto prendere atto di un’effettiva mancanza di pari visibilità negli spazi elettorali preposti su impianti metallici piazzati finora dal Comune per la campagna elettorale diretta, ovvero quella gratuita che dovrebbe essere assicurata in modo equo e identico per tutte le liste ammesse.

Il Comune di Ascoli Piceno, con questo scopo ha per l’appunto riunito i rappresentanti delle 25 liste (ben dodici delle quali convergenti verso la attuale Amministrazione Castelli) dichiarando che intende ristabilire la normativa di legge. Nel giro di poche ore, insomma, è stato garantito che si provvederà a rendere finalmente visibili sulle installazioni tutte le 25 liste, e non più solo quelle che hanno ricevuto mediante sorteggio i numeri da uno uno a dodici, ovvero quelle in appoggio alla candidatura del sindaco uscente. Sono state concordate modifiche per ciascuna delle postazioni.

La lista “inAscoli – con Miki Girardi” rinuncerà a chiedere i danni per l’oscuramento subito in questi primi giorni di campagna elettorale, una volta verificata la corretta e tempestiva esecuzione delle soluzioni individuate a beneficio di tutti i competitori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 549 volte, 1 oggi)