ASCOLI PICENO – Si intensificano i rapporti con la Repubblica Democratica di Moldova. Gli interscambi instauratisi tra Piceno Promozione e le autorità moldave, fortemente voluti da Gino Sabatini, presidente dell’azienda speciale della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, stanno portando a risultati evidenti,  in grado di far fare ai rapporti economici tra il Piceno e la Moldavia un vero salto di qualità.

Dopo la decisione, lo scorso marzo, da parte dell’Ambasciatore moldavo in Italia, Stela Stingaci, di avviare le pratiche necessarie all’istituzione del consolato onorario ad Ascoli Piceno, procedura in attesa della risposta del Governo Italiano, oggi 14 maggio alle ore 16.00,  presso la Sala Gialla della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, si è tenuto l’incontro tra l’Ambasciatore stesso ed i sindaci dei Comuni di Comunanza (Domenico Annibali), Force (Augusto Curti), Montelparo (Marino Screpanti), Montefortino (Domenico Ciaffaroni), Montedinove (Antonio Del Duca), Montefalcone Appennino (Adamo Rossi) e Santa Vittoria in Matenano (Carlo Pettinelli), per la ratifica dei gemellaggi fatti nel 2002.

“Un ulteriore passo avantiafferma  il presidente di Piceno Promozione Gino Sabatini – per sviluppare i rapporti con la Moldova e la collaborazione tra i due sistemi economici.”

In base ai dati dell’Istituto Tagliacarne sull’import della provincia di Ascoli Piceno, la Moldavia è al cinquantesimo posto con un valore delle importazioni che, nel 2011, era pari a 1.255.274  euro;  le aziende picene, invece, hanno esportato nel 2011 merci e servizi pari a 283.117  euro, collocando la Moldova al novantaduesimo posto: ci sono dunque ampi margini di sviluppo nei rapporti commerciali con questo Paese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)