ASCOLI PICENO –  “Lo abbiamo smascherato. Il sindaco Castelli ha copiato i programmi del Pd di Rimini del 2011 e di Moncalieri del 2010″.

Così gli esponenti del Partito Democratico oggi in conferenza stampa hanno mostrato dei documenti che accusano l’attuale primo cittadino.

Giancarlo Luciani Castiglia aggiunge che “da cittadino sono sconvolto. La coalizione di centrodestra ha presentato un programma di sole 7 pagine, di cui 4 copiate da altri. Il problema è drammatico. Le linee programmatiche sono anche state incollate dal programma del 2009. Castelli non ha niente da proporre, soltanto principi generali, senza entrare nello specifico. Non è possibile appaltare la sia campagna elettorale alle sole liste civiche. Perchè ha copiato? Programma copiato e campagna elettorale faraonica per coprire il nulla. Il sindaco del tanto per fare cerca di coprire i suoi limiti. In politica non c’è solo l’arte oratoria”

“Forse perchè non ha niente da proporre, la vergogna non è cosa che appartiene a loro” sottolinea Valentina Bellini.

Francesco Ameli invece ricorda che “il sindaco non è stato mai presente alla conferenza dei sindaci per discutere di sanità, mentre oggi era presente al sit-in davanti all’ospedale, giusto per fare campagna elettorale.”

Roberto Allevi aggiunge che “Castelli non doveva perorare l’istituzione dell’azienda ospedaliera Marche Sud? Il vero problema è che lui doveva far avere risorse per la nostra sanità, a lui piace solo fare vetrina”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)