ASCOLI PICENO – Una vicenda inquietante iniziata nel giugno 2011. Il piccolo Jason, secondo gli inquirenti, sarebbe stato scagliato dal padre Denny Pruscino contro il divano del salotto (sulla parte rigida) causandone la morte. Spaventato, insieme alla madre del bambino Katia Reginella, avrebbe sistemato il corpicino in una busta di plastica e gettato in un cassonetto dell’immondizia o nelle campagne di Maltignano e Folignano. Ancora nessuna traccia del cadavere di Jason.

Per questo il Pm Cinzia Piccioni ha chiesto l’ergastolo e sei mesi d’isolamento diurno per l’uomo e l’ergastolo e due mesi d’isolamento diurno per la donna. Con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Durante il processo il Pm ha mostrato due video estratti da una videocamera sequestrata dalla coppia. Nel primo si vede Denny Pruscino che abbraccia il bimbo. Nel secondo invece immagini scioccanti, la coppia che fa sesso poco dopo la morte di Jason.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 243 volte, 1 oggi)