ASCOLI PICENO – Il Presidente della Provincia Piero Celani ha ricevuto, il 15 maggio, a palazzo San Filippo, la visita del vescovo Giovanni D’Ercole, accompagnato dal cancelliere vescovile don Lino Arcangeli. Si è trattato di un lungo e cordiale colloquio, non una semplice visita formale, con al centro le problematiche della comunità picena, prime fra tutte il tema del lavoro che sta molto a cuore a D’Ercole che ha immediatamente offerto la sua piena disponibilità a collaborare con le istituzioni in maniera concreta per aiutare le persone in difficoltà ed esprimere progettualità e iniziative a favore dell’occupazione e del superamento di ogni forma di disagio sociale.

Il Presidente Celani ha illustrato al vescovo le attuali condizioni socio-economiche del territorio tracciando anche un quadro della trasformazione del sistema produttivo locale che ha vissuto nel tempo l’uscita dalla Cassa del Mezzogiorno, la delocalizzazione di stabilimenti di multinazionali e, negli ultimi anni, le difficoltà della crisi economica. Il Presidente si è inoltre impegnato a fornire a Sua Eccellenza i dati concreti in possesso dei locali Centri per l’Impiego.

“C’è grande volontà di ripartire tra gli imprenditori e gli operatori dei vari settori per creare un nuovo modello di sviluppo con protagoniste le piccole e medie imprese – ha evidenziato il Presidente Celani – in questa prospettiva, la Provincia si è attivata con impegno per sostenere l’imprenditoria locale e creare nuove opportunità dal turismo, dalla cultura oltre che dalla rivitalizzazione del comparto agro-industriale e di quello manifatturiero. Ci sono segnali di ripresa – ha rilevato il Presidente – ma occorre lavorare molto e intensificare l’impegno di tutte le istituzioni e le forze economiche e sociali per risolvere le criticità dell’occupazione, in particolare il problema degli ultra quarantenni e cinquantenni che hanno perso il posto di lavoro, oltre naturalmente a incentivare l’assunzione dei giovani e l’innovazione e la ricerca”.

Da parte sua il vescovo D’Ercole ha ringraziato per l’accoglienza ricevuta ed ha rimarcato “l’impegno pastorale della Chiesa a essere vicina alla gente e presente sul territorio per le esigenze spirituali e materiali di una comunità operosa, solidale che ha tante risorse ed energie da esprimere e speranza e fiducia in un futuro migliore”.  Ha anche dato disponibilità per ricercare e favorire con il suo contributo le soluzioni più utili a salvaguardare l’occupazione e il futuro delle aziende.

Il Presidente ha donato al Vescovo oltre che una copiosa documentazione di libri sul territorio piceno anche una ceramica raffigurante il Battistero, realizzata dal Centro Locale di Formazione della Provincia di via Cagliari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 256 volte, 1 oggi)