ASCOLI PICENO – Il festival del pesce azzurro Anghiò di San Benedetto messo prima della Quintana? Sono dure le parole del sindaco di Ascoli Guido Castelli nei confronti del presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca: a proposito dell’Expo 2015, agli onori della cronaca nazionale in questi giorni per le note vicende giudiziarie, il primo cittadino ascolano ha dichiarato che “il presidente Gianmario Spacca preferisce le sardelle alla Quintana storica di Ascoli Piceno. Sono allibito”.

Tutto questo a causa di una delibera di giunta regionale, la 431, in base alla quale sono state individuate le peculiarità regionali, una per ciascuna provincia marchigiana.

Castelli ricorda che “l’esecutivo guidato da Spacca, ha scelto il Rossini Opera Festival per Pesaro, la Cavalcata endurance per Ancona, il Macerata Opera festival per Macerata e Tipicità per Fermo. Costo dell’operazione: 648 mila euro che andranno a sostenere i comuni che ospitano le citate manifestazioni E per la nostra Provincia quale manifestazione è stata individuata? Non la Quintana o altri eventi di rilievo turistico o culturale, ma niente di meno che la fiera del pesce azzurro di San Benedetto. E tutto questo – continua il sindaco di Ascoli Piceno – mentre da un lato l’Enit scegliela piazza di Ascoli e una delle più belle città del mondo, per promuovere l’Expo 2015 in tutto il mondo. A Parigi, Londra e Hong Kong”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.472 volte, 1 oggi)