ASCOLI PICENO –  Nella penultima giornata di campagna elettorale, conferenze stampa di fuoco del Movimento 5 Stelle e di Davide Aliberti.

Il pentastellato annuncia che “ho già dato mandato al mio avvocato di sporgere querela nei confronti del primo cittadino. Mi ha attaccato sul piano personale, ipotizzando mie raccomandazioni per il settore turistico. Niente di più falso, infatti procederò. Forse il primo cittadino ha paura di noi e sa che non vincerà al primo turno. Castelli non è abituato alle critiche e per questo è andato via durante il confronto alla Casa della Gioventù. Non capiamo, il litigio è stato tra un giornalista e Aliberti, perchè lui è fuggito? Pensiamo che abbia visto dei sondaggi non proprio lusinghieri.”

Anche il capolista 5 stelle,  Giacomo Manni aggiunge che “continuare a votare questo sistema distruggerà il futuro. Noi facciamo riunioni con tutti gli altri gruppi della Vallata. Ma anche il Pd ha le sue colpe. Il City Manager è un altro costo per la comunità. noi le alleanze le facciamo con i cittadini. La nostra ideologia è solo la Costituzione Italiana”.

Invece, Davide Aliberti, presentando la lista Ascoli x Ascoli afferma che ” tutte le denunce che abbiamo fatto nei confronti delle malefatte dell’Amministrazione Castelli, pendono presso tutte le Procure d’Italia, a L’Aquila e Ancona. Anche tutti i media nazionali sono stati informati delle nostre azioni. Non mi auguro di vincere o perdere, io posso dire che il 27 maggio o il 9 giugno, svestirò la maglia di candidato e mi rimetto quella di avvocato e tutelerò tutti gli ascolani. Non è ammissibile che qualcuno non possa utilizzare la Pinacoteca per un saggio di danza e poi un assessore comunale, all’interno di queste sale, fa mangiare una comitiva di russi. Il Teatro viene dato gratis a tutti, ma quando si scopre che quando, chi lo gestisce, si candida con noi, viene rimosso dall incarico. I lavori di rifacimento sono stati fatti vendendo patrimonio pubblico. Questa Amministrazione ha davvero toccato il fondo. Sono arrabbiato perchè il sindaco non doveva ledere la mia moralità e io rispondo a tono.” Quando agli eventi accaduti ieri alla Casa della Gioventù nei confronti di un noto giornalista, Aliberti afferma che “io denuncerò quest’individuo. Noi saremo spina nel fianco con tutti”.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.948 volte, 1 oggi)