ASCOLI PICENO – ” I responsabili dell’azione sono già al carcere del Marino”. Così, il Questore Giuseppe Fiore che ha illustrato i particolari del mancato colpo di quest oggi presso lo sportello bancario in Via Erasmo Mari. “E’ scattato l’allarme al 112 dei Carabinieri e la Volante è arrivata subito sul posto” –  continua il Questore –  “Il locale sembrava vuoto ed era evidente che c’era qualche anomalia, visto che la banca non era ancora chiusa. All’interno c’erano due rapinato con il taglierino, ma si sono arresi praticamente subito”.

I due rapinatori, Antonio Di Marco, classe 1965 e Domenico Ferrara classe 1962, palermitani, non sono nuovi alla Giustizia, avendo già precedenti penali proprio per rapina. Oltre al taglierino, i malviventi avevano con loro una parrucca, un tesserino della Guardia di Finanza falsificato. All’interno della banca c’erano 10 dipendenti e 2 clienti ed erano equipaggiati per immobilizzare i clienti.”Hanno preso 700 euro e stavano per rapinarne altre 10mila” continua il Capo della polizia ascolana, “stavano proprio per sequestrare qualcuno quando siamo intervenuti noi. Ora stiamo verificando se hanno colpito anche altrove. C’è stata ottima sinergia tra la Polizia e l’Arma dei Carabinieri.” Gli uomini della Questura ascolana stanno verificando se, oltre i due, vi era la presenza di un complice.

La Questura comunica, inoltre, che il Dottor Fiore nella giornata di oggi, ha consegnato al Prefetto Valeri, l’onorificenza di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana conferita dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 482 volte, 1 oggi)