OFFIDA – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato del Quartiere Lava di Offida.

“La situazione sulla Strada Provinciale Castel di Lama, nel tratto che attraversa il Quartiere Lava – Offida, a circa un chilometro dall’area Fornace, è ormai ben oltre i limiti del tollerabile. Qui non si tratta più di un intervento a tutela della sicurezza di chi quella strada la percorre quotidianamente (oltre ai tanti automobilisti, anche gli scuolabus), ma siamo all’interno di una piena emergenza, dove la frana di un’intera carreggiata, per di più in un tratto compreso tra due semicurve, ne compromette gravemente la percorribilità venendo meno le minime condizioni di sicurezza e di visibilità.

C’è bisogno di un intervento di riconsolidamento e di messa in sicurezza dell’intera area, ma non saremo certamente noi a suggerire le modalità d’intervento, non spetta a noi farlo, sia per competenze, sia perché la Provincia di Ascoli Piceno dispone di tecnici remunerati anche per fronteggiare tali problematiche, prima che queste si trasformino in drammi. Noi abbiamo posto in evidenza la gravità di tale situazione, comunicandola tempestivamente ai responsabili ma, dal momento che – a distanza di settimane – non è arrivata alcuna risposta né in termini informativi e neppure in termini fattivi, siamo di nuovo a sollecitare chi di dovere, a intervenire. Data la pericolosità e il rischio a cui oggi, nel tratto in questione, si espone chiunque si trovi a percorrerlo, non possiamo restare impassibili o inerti, in attesa che accada il peggio.

Pertanto non potranno essere in alcun modo addotte, dall’ente competente, motivazioni che possano riferirsi ad aspetti di tipo economico per un mancato intervento, perché laddove ciò dovesse accadere e, a fronte del diniego in merito all’opera di ripristino in tempi certi, saremo pronti ad azioni legali a tutela della pubblica sicurezza e dell’area che responsabilmente rappresentiamo, nella sua interezza e a tutti i livelli”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 503 volte, 1 oggi)