Pubblichiamo una nota di Miki Girardi, Lista “In Ascoli”

La lista inAscoli con Miki Girardi ha voluto esprimere il totale appoggio a Coldiretti per l’iniziativa di oggi (un sit-in di fronte alla storica sede della Centrale del latte ascolana) e a tutti i produttori locali che verrebbero danneggiati dalla scelta scellerate della chiusura della centrale del latte fresco ad Ascoli, insieme ai cittadini che chiedono di poter consumare latte locale e di leggere in etichetta la provenienza del latte che acquistano, per lo più tedesco ma venduto con nomi italiani e locali. La debolezza della città di Ascoli rispetto alla Regione è tristemente documentata dalla vicenda Coalac.

Produzione locale virtuosa mortificata da dinamiche politico-economiche regionali e nazionali ottuse e perdenti. Persino la scelta della data nella quale i vertici Cooperlat si presentano ad Ascoli presta il fianco a dubbi: per “combinazione” si è scelto proprio il giorno del Congresso Nazionale della Coldiretti a Firenze, al quale centinaia di iscritti piceni stanno partecipando in questo momento. Eppure, la tenacia deve prevalere. La lista inAscoli sostiene la battaglia per mantenere la centrale del latte ad Ascoli; a dispetto di chi aveva responsabilità politiche quando il 26 aprile 2012 sono state tolte di mezzo le rappresentanze dei produttori piceni nel cda Cooperlat e sono rimaste inerti fino a quando la notizia è esplosa; a dispetto di chi ha abbandonato i consigli comunali aperti per mere ripicche personalistiche.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)