Pubblichiamo una nota di Sua Ecc.za Mons. Giovanni d’Ercole

“Raggiungo ognuno di voi con questo mio saluto a pochi giorni dalla conclusione dell’anno scolastico. Ho avuto occasione in quest’ultimo scorcio dell’anno di visitare qualche scuola e d’incontrare alcuni di voi. E’ stata un’occasione per conoscerci e per avviare un dialogo, che mi auguro di proseguire l’anno prossimo. Qualcuno mi ha raccontato anche l’emozione provata nell’incontro di Papa Francesco con il mondo della scuola dello scorso 10 maggio, e ho percepito entusiasmo e soddisfazione per l’esperienza vissuta insieme.

Cari amici, gli anni di vita scolastica sono tappe fondamentali per la vostra crescita umana, culturale ed anche spirituale. Ciò che state apprendendo in classe sarà indispensabile per gli anni futuri. Non dimenticate mai che si studia per la vita!

Al termine dell’anno scolastico il mio pensiero va ai dirigenti scolastici, agli insegnati, al personale ausiliario che hanno lavorato per voi, cari studenti, cercando di educarvi – come dice papa Francesco – “al vero, al bene e al bello”. Educare è un compito serio, è un cammino ricco di molte possibilità. La vera educazione porta ad amare la vita, apre alla pienezza della vita. E’ importante allora prendere sul serio il compito educativo e favorire in ogni classe un clima di apertura al dialogo, alla responsabilità e alla fraternità.

Mentre saluto quanti conoscono già i risultati dell’anno e si preparano a trascorrere un periodo di vacanza, penso con affetto agli studenti degli ultimi anni della scuola secondaria di primo e di secondo grado, che nelle prossime settimane dovranno sostenere gli esami: assicuro a ciascuno la mia preghiera e la mia vicinanza piena di affetto. L’esame è un ostacolo da superare, ma anche una possibilità offerta agli studenti per verificare la loro maturità. “In bocca al lupo”, cari ragazzi, e considerate attentamente che con il vostro impegno scolastico potete contribuire al successo della nostra società; aiutate a renderla migliore poiché ciò che si impara serve a fare di voi persone mature e consapevoli di concorrere alla realizzazione d’un mondo più giusto, più libero e più solidale

A tutti il mio saluto e la mia benedizione.”

 

+ Giovanni D’Ercole, Vescovo

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)