ASCOLI PICENO –  Gli uomini della Questura di Ascoli risolvono un caso di furto in città . Il fatto risale alle prime ore del pomeriggio del 26 marzo c.a., quando una persona, a volto parzialmente coperto, era entrata all’interno di una lavanderia a gettoni di Ascoli, approfittando dell’assenza dei proprietari dell’attività.

Il malintenzionato, dopo essersi assicurato dell’assenza di eventuali testimoni, aveva tentato di asportare il denaro contenuto in un cambiamonete, colpendolo ripetutamente con un grosso cacciavite. Il rumore dei colpi inferti al cambiamonete aveva però attirato l’attenzione di alcuni passanti sicché il reo, per evitare di essere scoperto, sempre a volto parzialmente coperto, desisteva dal portare a termine il suo proposito criminoso per darsi a precipitosa fuga.

Le successive indagini condotte dalla Squadra Mobile di Ascoli Piceno permettevano di individuare l’autore del furto, anche grazie al certosino lavoro di visione delle immagini di alcuni impianti di video sorveglianza presenti nelle immediate vicinanze del fatto che avevano permesso di ritrarre nitidamente il malvivente a volto scoperto, poco prima di entrare nella lavanderia per mettere a segno il colpo.Si tratta M.G. di  28 anni, ascolano, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e senza una stabile attività lavorativa che è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria Picena per rispondere del reato di tentato furto aggravato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 576 volte, 1 oggi)