ASCOLI PICENO –  Sta per terminare la quarta edizione del Festival dell’Appennino. Superata a metà degli apputnamenti in cartellone, la manifestazione ha confermato le scelte degli organizzatori, superanto di molto quelle che erano le aspettative in fatto di numero di partecipanti.

L’assessore provinciale alla Cultura, Andrea Antonini sostiene “il successo notevole rilevato dalle presenza. La partecipazione è stata numerosa già dalle prime iniziative. Le escursioni e le feste hanno avuto grande rilievo. Abbiamo avuto partecipanti anche da Ancona. Al quarto anno ci siamo accorti che stiamo iniziando ad avere seguito anche fuori dalla nostra provincia. Anche se l’ente provinciale cesserà di esistere, queste manifestazioni non devono finire. Il Festival funziona perchè fa scoprire luoghi altrimenti sconosciuti. Puntiamo molto sui giovani e sulle scuole: grazie a loro, l’età media dei partecipanti si è molto abbassata”.

Maurizio Serafini annuncia l’evento fantasy “Il Regno Fantastico” che si svolgerà il 10 luglio a Meschia, mentre il 15 luglio ci sarà il Rocchetta Film Festival, spazio riservato ai videomaker provenienti da tutta Italia. “5 temi diversi sviluppati da 5 squadre di registi che realizzeranno produzioni specifiche. Puntiamo molto a questa iniziativa” aggiunge Serafini.

Mauro Orsini della Compagnia dei Folli presenta “La Nera Signora”, spettacolo sul tema della Morte. “Non vogliamo certo spaventare nessuno, ma vogliamo far vedere tutti i vari aspetti. Si tratta più di un rito che di uno spettacolo”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 265 volte, 1 oggi)