ASCOLI PICENO – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte del presidente della Provincia Piero Celani:

“A nome dell’amministrazione provinciale intendo esprimere profondo rammarico e vivo disappunto per l’incomprensibile e insensata bocciatura, in VII Commissione parlamentare, dell’emendamento sulla direttiva Bolkestein presentato dai parlamentari di Forza Italia e teso a salvaguardare il grande patrimonio di laboriosità e professionalità costruito in tanti anni di duro lavoro dai nostri concessionari di spiaggia.

Condivido appieno pertanto la forte preoccupazione degli operatori del settore per una decisione che rischia di minare il futuro di numerose aziende familiari del nostro territorio che hanno garantito e continuano a garantire sviluppo, occupazione e qualità dei servizi agli utenti e turisti. Di questo problema è giunta l’ora che il Governo se ne faccia seriamente carico e lo ponga con forza e determinazione sul tavolo dell’Europa, magari anche attraverso un’azione unilaterale ed a costo di rischiare una procedura d’infrazione, perché la posta in gioco è veramente alta.

Certamente i temi della flessibilità e dello sviluppo sono essenziali, ma nell’agenda dell’Unione devono essere prioritari anche la tutela delle piccole e medie imprese balneari e di altri comparti della nostra economia nazionale. Tutto ciò è tanto più urgente e improcrastinabile proprio ora che l’Italia si accinge ad assumere la guida del semestre europeo. Rinnovo la totale disponibilità della Provincia ad essere a fianco dei nostri operatori ed a promuovere azioni congiunte e di sensibilizzazione, con altri enti ed istituzioni, per favorire le soluzioni più idonee e ragionevoli a tutelare le imprese balneari del Piceno”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte, 1 oggi)