ASCOLI PICENO – Sala della Pinacoteca Civica pienissima per la presentazione del Palio della Quintana di Luglio.

L’opera è realizzata da Giuseppe Solimando, che illustra come ha voluto “che il calvallo fosse la figura predominante nel mio diponto, stagliandosi quasi in controluce su un paesaggio tipicamente ascolano. In alto al centro è visibile la data 1377, ovvero l’ano in cui fu stilato il primo statuto della Quintana. Nella parte inferiore, un riferimento a S.Francesco per onorare le iniziative in suo onore  da parte del Comune di Ascoli nell’ambito delle feste agostane”.

Nell’opera è anche presente la citazione del console Gaio Aquilio Floro che in occasione della rivolta di Ascoli contro Roma, denominò Ascoli “Ascoli Caput Gentis” cioè città metropolitana a capo dei popoli.

Nella sfilata di sabato 12, la figura di Sant’Orsola sarà interpretata da Benedetta Alfonzi, 17enne ascolana, studente al liceo della Comunicazione di Ascoli, mentre Valeria Camaiani, 23enne vestirà i panni di Santa Caterina. “Sono onorata –  dice Valeria – di indossare uno splendido abito tratto dal polittico di Crivelli che raffigura Santa Caterina, martire per la sua fede”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 499 volte, 1 oggi)