Pubblichiamo una nota stampa dell’Area Vasta n°5

“Per quanto riguarda gli articoli apparsi sul Corriere Adriatico e sul Messaggero di Ascoli Piceno del 9 luglio 2014 occorre fare alcune precisazioni:

1)  Il numero dei posti letto della Nefrologia dell’Area Vasta n°5 (n° 10) è in linea con la disponibilità di altre Aree Vaste : l’Area Vasta  n° 4 (Fermo) ne ha 8 nel reparto multidisciplinare, l’Area Vasta n° 3 (Macerata) ne ha 8 in abbinamento con la Neurologia, l’Area Vasta n° 2 (Fabriano) ne ha 8 in abbinamento con la Cardiologia, che si aggiungono ai 19 posti letto dell’Azienda Ospedaliera Umberto I° di Torrette  ove è presente anche il centro trapianti, l’Area Vasta n°1 non ha posti letto dedicati ma può usufruire dei 5 letti ubicati nell’Area Medica dell’Azienda Ospedaliera San Salvatore di Pesaro.

2)      L’attività dell’ambulatorio di dialisi peritoneale non è stata ridotta ma adeguata ai carichi assistenziali dei pazienti attualmente seguiti.

3)      Per quanto riguarda l’attività dell’ambulatorio dell’ipertensione è stato ridotto l’impegno orario del nefrologo dedicato per la necessità di coprire le esigenze della degenza, non è stato chiuso l’ambulatorio. Non corrisponde al vero l’apertura dell’ambulatorio a San Benedetto del Tronto: trattasi di un progetto interdipartimentale che si prefigge di migliorare l’offerta sanitaria con la disponibilità di un cardiologo e di un oculista del Madonna del Soccorso in aggiunta a quelli già disponibili presso il PO Mazzoni

4)      Per quanto riguarda le ecografie sulle arterie renali prenotabili al CUP su richiesta diretta dei medici di famiglia , considerati i tempi di attesa elevati (circa 6 mesi) e che andavano a svantaggio dei pazienti si è pensato di riservare la prenotazione ai nefrologi dopo visita nefrologica: il nefrologo in base ad un esame preliminare di pochi minuti può decidere se effettuare un esame completo della durata fino a 90 minuti, il risparmio di tempo può ridurre i tempi di attesa .

5)      Per quanto riguarda le prenotazioni per gli esami da effettuare presso altre U.O. per l’iscrizione alla lista di trapianto si sta cercando di ottimizzare una corsia preferenziale tenendo conto delle possibilità dei vari reparti: in primis Cardiologia, Radiologia …

6)      La contrazione di risorse che pure è avvenuta ha portato ad una razionalizzazione dell’orario per l’ambulatorio delle glomerulonefriti e della pre-dialisi, non certamente la chiusura.

7)      La riduzione dei posti letto delle attività mediche e  chirurgiche avvenuta ad Ascoli Piceno è dovuta per gran parte alla minore richiesta dell’utenza, fatto questo non avvenuto presso l’ospedale di San Benedetto del Tronto ove non si è avuta alcuna contrazione dei posti letto per la ovvia maggiore richiesta di prestazioni dovute alla presenza dei turisti.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 234 volte, 1 oggi)