ASCOLI PICENO –  Il vicepresidente della Giunta regionale, Antonio Canzian interviene sui nuovi sviluppi riguardanti il futuro del sito produttivo di Marino del Tronto.

 

In una nota , l’esponente Pd afferma: “La serietà della posizione e della proposta della Regione è stata confermata dalla decisione del CdA della Cooperlat di rivedere la decisione di chiudere il sito produttivo ascolano. A differenza di quanto sostenuto da qualcuno, la Regione non ha commesso nessun errore e, di fronte a chi si è sbellicato prima delle elezioni solamente nel facile compito di scrivere lettere, pontificare o si è semplicemente lavato la propria coscienza chiedendo alla Regione di agire (tanto non costa nulla!), noi ci siamo rimboccati le maniche, come sempre senza megafoni e spot, con e per i lavoratori! La Coalac non è il giocattolo di qualcuno, ma un patrimonio produttivo dell’intero piceno.

Abbiamo sempre sostenuto che aver chiuso lo stabilimento prima di verificare le proposte della Regione, come ci si era impegnati a fare all’inizio della vicenda, sia stata una forzatura e quindi un errore! Ora, con la riapertura dello stabilimento, il percorso è stato rimesso sul giusto binario e possiamo con serietà e responsabilità verificare tutte le possibilità per salvaguardare il sito produttivo, i lavoratori e gli allevatori del territorio nelle forme e nei modi possibili. Questo era e rimane il nostro unico obiettivo. Al sindaco di Ascoli Piceno e al presidente della Provincia, che sulla Coalac sono caduti in letargo dopo le elezioni, consiglio di stare sereni: i lavoratori sanno benissimo come sono andate le cose”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 201 volte, 1 oggi)