ASCOLI PICENO –  Al via uno degli eventi più suggestivi della Quintana Ascolana, la gara degli arcieri, nell’ambito del programma della Quintana di Ascoli, prevista per sabato 26 luglio, alle ore 21. Una gara che si presenta con l’importante novità del Palio degli arcieri, realizzato e offerto dalla Confartigianato, che verrà assegnato al Sestiere vincitore della sfida, parallelamente alla ‘Freccia d’oro’ che, invece, andrà al miglior arciere.

E’ stato il consigliere dell’Ente Quintana ed assessore comunale allo sport, Massimiliano Brugni, a presentare questa edizione del sessantennale della gara, ripartendo anche dai punti fermi.

“In questi ultimi anni – ha spiegato Brugni – abbiamo fissato dei punti fermi per andare a valorizzare sempre di più la gara degli arcieri. In tal senso, da tre anni abbiamo definito che la sfida debba tenersi sempre al Campo Squarcia, con un notevole riscontro di pubblico, viste le circa tremila presenze ogni anno. Inoltre, abbiamo anche fissato la data del 26 luglio, in onore di Sant’Anna, quale appuntamento fisso con gli arcieri nell’ambito del calendario quintanaro”.

“Quest’anno – ha proseguito Brugni – abbiamo anche la bella novità del Palio degli arcieri, per il quale ringraziamo la Confartigianato, creato per la prima volta. Così il Sestiere vincitore, alla fine, potrà sfilare con il Palio come accade per la giostra e gli sbandieratori. Da sottolineare anche, sabato sera intorno alle 20, l’esibizione degli sbandieratori junior dei Sestieri prima della gara degli arcieri”.

E’stata, poi, la vice presidente della Confartigianato, Barbara Cambiaso, a presentare il Palio e l’autrice. “Si tratta di un’opera – ha precisato la Cambiaso – realizzata dalla nostra associata Simona Forlini, realizzata in acrilico. Si è voluta rappresentare l’unità di tutti i Sestieri per esaltare la città. Vogliamo che questo sia l’inizio di una tradizione per assegnare ogni anno il Palio degli arcieri al miglior Sestiere”.

“Noi siamo molto uniti e questo ci fa piacere – ha commentato Raimondo Cipollini, arciere ed ora giudice della gara, di fronte a tutti i rappresentanti dei Sestieri – e riteniamo molto gratificante questa iniziativa del Palio”.

Come lo scorso anno, la gara si svolgerà attraverso quattro prove (tiro allo scudo, tiro ai bastoni, tiro alle tavole, tiro al pendolo) e poi con gli scontri diretti tra arcieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 363 volte, 1 oggi)