ASCOLI PICENO –  Quattrocentonovantasei Volontari in Ferma Prefissata di un anno, del 2° Blocco 2014 hanno prestato ieri giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana.

Alla presenza del Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito, Generale di Brigata Gabriele Toscani de Col, i giovani soldati, incuranti della pioggia battente, hanno urlato all’unisono “Lo Giuro!” e intonato l’Inno di Mameli, sulle note della Musica d’ordinanza della Brigata meccanizzata Granatieri di Sardegna.

Alla cerimonia sono intervenute  numerose autorità militari, civili e religiose oltre che le rappresentanze dell’Istituto del Nastro Azzurro, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma ed i gonfaloni del Comune e della Provincia di Ascoli Piceno, decorati di Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Nel corso del suo intervento il Generale Toscani De Col ha sottolineato l’importanza del giuramento, “che impone a chi ha scelto il mestiere delle armi di essere due volte italiani: soldati e cittadini. E poi rivolgendosi direttamente ai soldati: “Siate orgogliosi dell’impegno assunto oggi e cercate di proporvi sempre quale esempio di onestà, lealtà e spirito di servizio, superando quell’individualismo che cerca pericolosamente di farsi e spazio nella società moderna”.

Il Comandante di Reggimento, Col. Aniello Santonicola, ha parlato dell’onore militare definito come “la consapevolezza radicata della propria dignità di soldato e la volontà di mantenerla intatta nel costante rispetto e nella pratica dei principi morali propri dell’organizzazione militare. L’onore è lo strumento per esercitare le virtù, una sorta di habitus psicologico cui ispirare le proprie decisioni e una solenne esortazione affinchè il soldato si proponga come modello di condotta fedele all’ideale dell’uomo in armi”

Sancito ufficialmente il loro ingresso nella grande famiglia dell’Esercito Italiano e acquisito formalmente lo status di Volontari in Ferma Prefissata di un anno, i soldati del 2° Blocco 2014 verranno assegnati, a conclusione delle dieci settimane di addestramento di base, alle unità della Forza Armata per il proseguimento del periodo di ferma.

I nomi dei nuovi soldati che sono nati nelle Marche: Ludovica Aguzzi, Paolo Amadori, Andrea Bonifazi, Attilio Giovanni Carnaghi, Antonio Di Vaio, Alessio Farina, Luigi Filippini, Sonia Fosso, Mattia Massimi, Jacopo Maria Monterubbianesi, Cristian Pagnoni, Lorenzo Papa, Alessandro Persichini, Alessio Pucci, Alice Tribulini, Giulia Urbinati.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 813 volte, 1 oggi)