ASCOLI PICENO –  Il Partito Democratico ascolano ha un nuovo segretario. Dopo le dimissioni di Carla Rossi avvenute qualche settimana fa, ieri sera l’Assemblea Comunale ha scelto il dipendente provinciale Massimo Gaspari, sostenuto principalmente dal gruppo dei Giovani Democratici e dalla componente vicina all’On. Luciano Agostini.

Il compito di Gaspari non è certamente facile. A lui toccherà rifondare un partito che nelle ultime elezioni comunali ha incassato una pesante sconfitta, ottenendo soltanto il 13%, (anche se è il primo partito della città), da molti ritenuto diviso su tante tematiche e spaccato in varie correnti.

In una nota, il capogruppo del partito in Consiglio Comunale, Francesco Ameli, commenta: “l’elezione di Massimo Gaspari segretario del PD di ascoli Piceno è un’altra dimostrazione del cambio di passo in atto nel capoluogo piceno. L’ampia maggioranza raggiunta (23 favorevoli e 7 bianche su 35 votanti) delinea un nuovo quadro dirigente che mette insieme tutte le persone di buona volontà che hanno a cuore la città di Ascoli ed il PD. Un nuovo gruppo dirigente ricco di Giovani Democratici che ha voluto rimettere in campo “la generazione perduta” del centrosinistra ovvero quella dei quarantenni ma che al contempo non dimentica le esperienze di tanti che da tempo contribuiscono al processo di cambiamento in atto.

Nuova linfa e nuova forma nel più importante partito cittadino infondono in tutti noi nuovo entusiasmo per le sfide che ci attendono. Chi ancora, dall’esterno prova a sparlare, per racimolare un voto di protesta personale che non va nella costruzione di un’alternativa, o chi vuole mettere etichette rimarrà fortemente deluso.

Un ringraziamento a Mario Lazzari che con la sua passione ha dimostrato di quanto la Politica può  riempire degnamente una vita. Il futuro di Ascoli Piceno inizia adesso.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 690 volte, 1 oggi)