ASCOLI PICENO – Sala della Vittoria pienissima, come sempre, per la presentazione del Palio di agosto, realizzato dall’artista ascolano Gaetano Carboni, e della giostra di Sant’Emidio, in programma il prossimo 3 agosto.

Il sindaco e presidente dell’Ente Quintana, Guido Castelli, ha voluto ricordare la tradizione che lega la Quintana al Santo Patrono, Sant’Emidio, prima di cedere la parola al vescovo di Ascoli, Giovanni D’Ercole, per la prima volta presente alla cerimonia di presentazione del Palio agostano.

Monsignor D’Ercole ha voluto rimarcare l’importanza del legame tra la città, la tradizione quintanara e il Santo Patrono, chiedendo anche che nei futuri Palii per la giostra di Sant’Emidio possa essere presente proprio l’immagine del Santo. Il vescovo, inoltre, ha anche evidenziato la positività della presenza di tanti bambini nel corteo storico, per far crescere in loro questo legame con la tradizione sia storico-sociale che religiosa.

E’stata poi la volta del professor Stefano Papetti, il quale ha esaustivamente descritto e recensito il Palio realizzato da Gaetano Carboni e le sue opere, rimarcando la cadenza decennale della sua presenza, con la realizzazione di Palii, al fianco della Quintana. E’ stato poi lo stesso Carboni a descrivere come sia nato il Palio realizzato, tra visione onirica ed elementi caratterizzanti quali l’immagine di Sant’Emidio e della Cattedrale, anticipando anche di aver già realizzato, nel rispetto della sua cadenza decennale, il Palio per il 2024.

Le tre figure femminili che sfileranno nel corteo del 3 agosto per il Comune di Ascoli, ovvero Santa Caterina, Sant’Orsola e la Maddalena saranno rispettivamente, Aurora Stella, diciasettenne studente del Liceo Artistico, Denise Nardini, 26enne di Mozzano,e Grazia Castelli, giornalista 32enne.

In conclusione sono stati consegnati attestati agli sponsor dell’edizione 2014 della Quintana ed alle tante componenti che hanno contribuito all’organizzazione della rievocazione storica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 446 volte, 1 oggi)