Pubblichiamo una nota della direzione di Area Vasta 5

“Sulla scorta di un verbale ad oggi inesistente in quanto in fase  di redazione, che peraltro è un atto interno riservato facente parte delle riunioni periodiche delle unità operative di Medicina come di altri dipartimenti, la cui acquisizione è avvenuta con il bene conosciuto metodo della delazione, è stata costruita giornalisticamente parlando una realtà contabile inesistente.

Buco di bilancio di 4 milioni di euro?

In verità è solo un colpo di sole,che pur in un’estate di pioggia,ha colpito chi ha riportato questa notizia. Certo perché guardare dal buco della serratura una parte del film fa correre il rischio,come avvenuto in questocaso,di raccontare una storia diversa dalla realtà.

I fatti,dunque, quelli veri, sono quelli che vengono ora riportati.

In ogni sistema aziendale, mensilmente e/o periodicamente il controllo di gestione verifica lo stato dei propri conti e li proietta per l’intero anno al fine di verificarne l’impatto. Ad aprile il sistema Asur ha riscontrato uno scostamento dell’1%, peraltro coincidente con la decurtazione dell’1% sul budget provvisorio assegnato per l’anno 2014 con DGRM 1750/2013.

A seguito di ciò, essendo l’Area Vasta 5 partecipe alle ottime performance della sanità marchigiana rispetto a quella nazionale, questa Direzione ha prontamente attivato il Collegio di Direzione e i Comitati di Dipartimento con precisi piani di rientro oggetto di discussione al proprio interno.

Il frutto di queste operazioni è stato recepito all’interno della sottoscrizione delle schede di budget da parte di tutti i dipartimenti e/o centri di responsabilità, processo che si è compiuto il 17 luglio.

Pertanto l’Area Vasta 5 ha definito uno scenario certo,coerente con gli obiettivi economici assegnati e dato il via alla responsabilizzazione dipartimentale per l’ottenimento del risultato sia di salute che economico.

Ciò ha permesso, in data odierna, di poter certificare al sistema aziendale ASUR i propri conti e manifestare la certezza che non esiste alcun buco di bilancio.

La conclusione è che l’enfasi giornalistica tesa a rappresentare ancora una volta la sanità locale in affanno,associata al calo di argomenti dovuti alla stagione estiva,hanno prodotto una notizia falsa che lede l’immagine ed il lavoro di tanti operatori,medici, infermieri ecc. impegnati quotidianamente ad assicurare con le risorse disponibili ed il proprio lavoro servizi adeguati alla comunità.

Quanto sopra riportato chiedo che venga pubblicato integralmente così come prevedono le norme sulla stampa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 401 volte, 1 oggi)