ASCOLI PICENO –  Ascoli capitale dell’oliva, dalle 18,30 di sabato 9 agosto , in piazza Arringo, si aprirà ufficialmente “Ascoliva I Miei SitiFestival 2014”, ovvero la seconda edizione del festival mondiale dell’oliva ripiena all’ascolana. Il taglio del nastro, alla presenza delle autorità, sancirà l’avvio ufficialedella manifestazione che si protrarrà fino al 17 agosto.

Saranno nove giorni ricchi di appuntamenti, tra degustazioni, incontri culturali ed eventi che avranno l’obiettivo di calamitare l’attenzione anche di numerosi turisti sul principale prodotto gastronomico del Piceno (secondo per notorietà solo al parmigiano reggiano, a livello nazionale) ma anche, attraverso il marchio dell’oliva, di promuovere Ascoli e le sue bellezze.

Invitato all’inaugurazione anche il comico Gioele Dix, di scena l’8 agosto  al teatro romano, alle 19, inoltre, verrà scoperto il monumento all’oliva realizzato dallo scultore Alessandro Virgulti. Per quanto riguarda il festival invece ce ne sarò per tutti i gusti. I visitatori del Villaggio dell’oliva troveranno, oltre al prodotto principe della rassegna gastronomica, altri 24 piatti della tradizione locale da degustare nella suggestiva cornice del giardino comunale, trasformato per l’occasione in Giardino dell’oliva e potranno partecipare agli incontri culturali ed alle degustazioni.

Si è svolta intanto nella Sala Cola D’Amatrice  il talk show “Perché Ascoliva Festival”, moderato dal dottor Mauro Mario Mariani, nutrizionista, cui hanno partecipato il professor Leonardo Seghetti, presidente del Consorzio di tutela dell’oliva ascolana del Piceno dop, l’esperto Francesco Lucidi, il professor Roberto Bruni agronomo, e l’avvocato Miki Girardi dell’associazione Vivalaliva.

Il  presidente del Consorzio dell’oliva del Piceno dop, il professor Seghetti, ha evidenziato il lavoro che sista già facendo per consentire un sempre maggiore ampliamento dell’offerta di oliva dop, anche attraverso la semplificazione delle procedure di iscrizione. Poi gli altri qualificati interventi hanno chiaramente tracciato la direzione da seguire, con una collaborazione ed una unitarietà d’intenti che possa superare ogni frammentazione e attivare una strategia vincente che possa creare occupazione e garantire ad Ascoli il ruolo indiscusso di capitale dell’oliva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 526 volte, 1 oggi)