Pubblichiamo una nota del Partito Democratico della provincia di Ascoli

“Rilanciamo il nostro impegno concreto con entusiasmo e determinazione insieme ai nostri circoli a tutti sindaci e amministratori ai vari livelli istituzionali con rinnovato protagonismo mettendo in campo un’azione politica di prossimità al servizio dei territori e dei cittadini, per costruire insieme alla collettività della nostra provincia un innovativo e competitivo progetto territoriale di prospettiva un programma credibile e fattibile definendo priorità e obiettivi attuabili in grado di rispondere ai bisogni, ai problemi e alle speranze del territorio.

Nel mese di settembre organizzeremo ad Ascoli Piceno la Festa Provinciale de l’Unità che avrà un’impronta fortemente pragmatica con tavoli tematici di lavoro e confronto con i cittadini e costituirà un’opportunità per discutere e confrontarci sui temi della riforma della Provincia e del nuovo governo di area vasta, del lavoro e nuovo modello di sviluppo , sanità e infrastrutture, turismo e cultura , commercio e attività produttive, ambiente e territorio ,agricoltura e problematiche area montana, green e blue economy, politiche giovanili formazione scuola e università, sarà principalmente una occasione di approfondimento e analisi su temi prioritari e di pregnante importanza per elaborare proposte condivise e soluzioni progettuali da offrire al territorio. All’interno del calendario delle iniziative si svolgerà anche la Festa del Tesseramento e adesione al PD.

L’avvio di una campagna d’ascolto nei territori per incontrare i cittadini e aprire il cantiere delle idee e dei progetti ascoltando opinioni e proposte della collettività, tutte le associazioni e categorie sociali economiche e produttive e le realtà del terzo settore per elaborare insieme una piattaforma programmatica, per fare sistema e rete definendo soluzioni concrete attraverso un percorso partecipato ed inclusivo finalizzato a realizzare un nuovo modello di governance di area vasta che sarà tradotto in azioni concrete e coerenti dal nostro candidato alla presidenza provinciale Paolo D’Erasmo espressione di un progetto politico di cambiamento rinnovamento e innovazione con la condivisione e il coinvolgimento dei territori che dovranno assumere un ruolo centrale e incisivo.

L’istituzione coordinamento territoriale dei sindaci per confrontarsi ed elaborare proposte, strumento che rappresenterà un laboratorio politico dove verranno discussi e analizzati gli argomenti in modo di avere il quadro definito delle relazioni tra tutte le sensibilità di responsabilità con i vari livelli istituzionali del partito costituendo di fatto un anello di congiunzione con il territorio.

A seguire nel mese di ottobre Conferenza sul Lavoro argomento che riveste una priorità assoluta per la gravissima crisi economica e sociale che affligge il Piceno e costruzione con i vari livelli istituzionali e le amministrazioni comunali di un piano strategico d’emergenza per il lavoro, istituzione di un tavolo permanente operativo e realizzazione di un programma da sostanziare con interventi mirati e coordinati e misure specifiche per irrobustire soprattutto le reti di solidarietà sociale affinché nessuno resti indietro.

E’ un programma intenso concreto e molto impegnativo ma la forza e la solidità del  progetto politico del Partito Democratico, le nuove energie, l’unità di intenti e la necessità di procedere sul solco del cambiamento e innovazione e di dare voce alle istanze dei cittadini e del territorio ci responsabilizza maggiormente e ci indica che la strada da seguire è quella di farci interpreti delle necessità e dei problemi del territorio e indicare soluzioni concrete al fianco dei cittadini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 365 volte, 1 oggi)