ASCOLI PICENO –  Grande entusiasmo per la prima Festa del Picchio, un’occasione per celebrare la rinascita della squadra bianconera grazie alla nuova dirigenza, capitanata dal presidente Francesco Bellini.

La giornata è iniziata al mattino, quando un gruppo di tifosi, per primi, hanno raggiunto il pianoro a piedi.

Sul palco, oltre alla squadra al completo, presenti anche il sindaco Castelli che ha ricordato come “Ascoli deve essere una città all’altezza del suo nome e così sarà”, mentre Piero Celani ricorda “l’obiettivo della risalita dell’Ascoli in categorie importanti, dove merita di esserci”.

Sono stati presentati poi i giocatori della prima squadra. Tra i più applauditi, Chiricò, Perez, Mustacchio, Berrettoni, Carpani, molti di loro in gol sabato sera contro l’Ancona.

Boati ed ovazioni per il presidente Bellini, che ha ricordato come “sono già passati 6 mesi dal mio arrivo, tanto è cambiato, ma vedo che il vostro entusiasmo è sempre fortissimo. E’ stata ridata dignità ad una città che non meritava e non merita di soffrire. Stiamo lavorando per riportare l’Ascoli dove deve essere. Servirà anche la fortuna, ma sono sicuro che ci divertiremo molto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 944 volte, 1 oggi)