ASCOLI PICENO – Nuovo incontro in Regione in merito al futuro dello stabilimento del latte fresco ascolano.

Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, con gli assessori al Lavoro Marco Luchetti e all’Agricoltura Maura Malaspina, ha incontrato ieri, in due distinte riunioni, il sindaco di Ascoli Guido Castelli, il presidente della Provincia Piero Celani, consiglieri regionali e parlamentari del Piceno prima, i vertici aziendali e i sindacati poi. Nel corso dei due incontri Spacca e gli assessori hanno ribadito che per la Regione quella della Cooperlat non è una vicenda esclusivamente sindacale ma anche di politica agricola regionale.

“Stiamo parlando – ha sottolineato il presidente – di un progetto strategico per il futuro economico delle Marche che si basa sulla valorizzazione della tracciabilità e la qualità delle nostre produzioni agroalimentari che stanno trainando l’export marchigiano. La Regione è impegnata con grande determinazione a far sì che tale strategia sia rafforzata. In linea con questo impegno, è nostra ferma volontà creare le condizioni affinché le produzioni dello stabilimento di Ascoli Piceno siano valorizzate”. Anche alla luce della manifestazione d’interesse comunicata dalla Coalac a rilevare lo stabilimento ascolano, Spacca ha chiesto un incontro, da svolgersi in tempi rapidi (entro la fine della prossima settimana), con il presidente della Cooperlat per approfondire la costruzione del percorso per il mantenimento del sito, con la produzione di latte fresco.

La Regione, è stato detto questa mattina, è disponibile a valutare anche una modulazione del Psr, il Programma di sviluppo rurale, che possa agevolare tale strada.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 286 volte, 1 oggi)