ASCOLI PICENO –  Tanti ospiti e tanta cultura con “Settembre in musica- Percorsi Piceni”, che si svolge ad Ascoli, con alcune puntate ad Amandola e Colli del Tronto,  a partire dal 12 settembre prossimo sotto la direzione artistica di Michael Flaksman.

“A causa del budget ridotto”, aggiunge la presidente di Ascoli Piceno Festival, Gina Quattrini, “quest’anno avremo soltanto otto concerti. Sono, tuttavia, degli appuntamenti che sono importanti per i nostro Festival. Abbiamo voluto fare un regalo alla città, offrendo gratuitamente, tutti gli spettacoli (eccetto la cena a Villa Cicchi) ai partecipanti”.

La prof.ssa Emanuela Antolini, coordinatrice dell’iniziativa sottolinea come “questa edizione è speciale anche per un altro motivo: il Festival non si conclude il 30 settembre, ma a dicembre prossimo. Con la Banca dell’Adriatico, main sponsor, abbiamo deciso di regalare alla città un altro concerto. Non anticipo nulla ma sarà una bella sorpresa.”

Quest’anno il concerto di apertura è dedicato alla liirica con il soprano Iano Tamar, stella internazionale e ascolana di adozione che per amicizia verso il Festival e la città ha accettato di regalare un concerto. Ad accompagnare il soprano, la pianista Mzia Bachtouridze, anche lei georgiana. I concerti si terranno all’Auditorium della Fondazione Carisap.

Il 16 settembre in scena la Desaga Solisten Chamber orchestra, mentre il 18 l’orchestra si traferisce nel Teatro “La Fenice” di Amandola, mentre il 24 ci sarà una cena dedicata alle visioni gastronomiche e musicali made in USA, mentre il 28 escursione a Colli del Tronto, organizzata dalla Pro Loco.

La presidente Quattrini ringrazia il Comune di Ascoli e la Fondazione Carisap, che hanno sostenuto l’iniziativa. Al Festival parteciperà  una nutrita delegazione di amministrtori tedeschi. L’Orchestra  Desaga, effettuerà un video e una registrazione dei concerti per proporre a sponsor tedesci il finanziamento do una grande manifestazione musicale ad Ascoli, le cui location, specialmente piazza Ventidio Basso, sembrano fatte apposta per grandi concerti sinfonici.

Come nel 2013, al termine di ogni concerto, viene offerta una degustazione gratuita di vini e prodotti tipici. “Ringraziamo le aziende- conclude la presidente – che hanno aderito con entusiasmo alla nostra iniziativa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 309 volte, 1 oggi)