ASCOLI PICENO – Il Pd delle Cento Torri ha nuovi organismi dirigenti.

La Direzione comunale ha eletto infatti l’altra sera, il nuovo esecutivo proposto dal segretario Massimo Gaspari, nel rispetto di quanto indicato dallo Statuto Regionale del PD. I componenti dell’organo collegiale, scelti dal Segretario su base strettamente fiduciaria sono Aloisa Merciai, Emilio Pignoloni, Maurizio Fazzini, Marco Piattelli, Francesco Cisco Di Vita e Francesco Ameli. Una segreteria che dovrà collaborare con il Segretario nella gestione operativa del partito, con l’obiettivo di rilanciarlo in città dopo la debacle dello scorso maggio che ha visto il Pd ascolano uscire sconfitto nelle ultime elezioni amministrative comunali ottenendo un modesto 13% di consensi.

Uno staff quindi di carattere fortemente operativo e organizzativo, con incontri a cadenza settimanale, che nell’immediato, avrà il compito di innescare un profondo e significativo processo di costruzione e di rilancio del partito fortemente radicato, non solo in città ma anche in periferia, attraverso nuove e più tecnologiche forme di comunicazione, vaste campagne di ascolto con le realtà associative locali, che sia in grado di esercitare una importante e fondamentale funzione di coordinamento con il gruppo consiliare comunale del PD, di valorizzazione dei locali circoli, rispetto ad un’agenda politica cittadina caratterizzata da quattro grandi temi caldi come lavoro-emergenza occupazione, sanità, urbanistica ( area carbon, polo universitario) e ambiente (emergenza discarica di Relluce).

Sostiene il segretario Massimo Gaspari – che sulla base della nostra agenda politica per i prossimi mesi, per ripartire da quel deludente 13%, abbiamo in cantiere la realizzazione di numerose iniziative, con cui marcheremo a denti stretti l’azione di governo del sindaco Castelli, rilanciando nel contempo un nostro progetto di città, con l’elaborazione di proposte alternative e credibili da condividere con i cittadini. Perché l’obiettivo principale che ci poniamo, con tanto entusiasmo e tanta passione è quello di tornare in sintonia con la città, tornare a “contaminarci” con i tanti ascolani che aspettano un nostro scatto d’orgoglio dopo la sconfitta elettorale dello scorso maggio.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.096 volte, 1 oggi)