ASCOLI PICENO –  Il Vicepresidente della Regione Marche, Antonio Canzian, in una mozione presentata oggi ed approvata in Giunta afferm che “sostenere in tutte le sedi istituzionali le motivazioni e le determinazioni della presente mozione, nonché altre iniziative utili che rendano più incisiva l’azione di sostegno alla realtà economica e produttiva della Coalac, affinché non venga chiusa l’attività della lavorazione del “latte fresco” e del “latte di alta qualità” ad Ascoli Piceno; ad esercitare una “moral suasion” affinché venga ripristinato il principio della rappresentanza territoriale delle operative associate alla Cooperlat nel proprio CDA, anche prevedendo l’allargamento da 9 a 11 dei membri, con la partecipazione delle cooperative che conferiscono totalmente il latte prodotto, così come è stato sollecitato dagli ispettori ministeriali nell’ispezione straordinaria del 22/11/2012;

ad utilizzare tutti gli strumenti in loro possesso affinché la Cooperlat si impegni:

a valorizzare la produzione di latte fresco sul territorio marchigiano coerentemente con la strategia della Regione Marche;

alla riapertura dello stabilimento di Ascoli Piceno attraverso un concreto progetto che abbia come obiettivo la valorizzazione della filiera del latte fresco;

a garantire, attraverso l’obiettivo di cui al precedente punto 2, la piena occupazione delle maestranze attualmente in forza nello stabilimento di Ascoli Piceno;

a valutare seriamente le manifestazioni di interesse all’acquisto dello stabilimento di Ascoli Piceno che sono pervenute o che perverranno anche da soggetti interessati alla produzione di latte fresco.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 149 volte, 1 oggi)