ASCOLI PICENO – La musica di Antonin Leopold Dvorak, geniale musicista cecoslovacco che visse a New York e che utilizzò elementi della musica americana come gli spirituals neri, e la cucina creola di New Orleans saranno protagonisti a Villa Cicchi per una serata speciale. È il suggestivo abbinamento che ha proposto “Settembre in Musica”, il Festival internazionale di musica da camera che, dopo un successo di pubblico e di qualità entusiasmante, inizia la parte finale del cartellone che si chiude il 30 settembre.

La parte musicale ha visto protagonisti un gruppo tra i migliori musicisti del Festival come il violinista Catalin Desaga, applauditissimo nei primi 3 concerti dei giorni scorsi, l’altro violinista Marco Fiorentini,  naturalmente il violoncellista e direttore artistico del Festival Michael Flaksman con i giovani e talentuosi figli Clara, Leonie e Jonathan, e la new entry, altro  pezzo forte del Festival, la violista Alexia Eichhorm.

Per l’occasione Villa Cicchi, sempre più luogo cult della ristorazione ascolana, dove Elena Cicchi ha proposto  menù particolarmente attenti a genuinità e benessere fisico, prevede anche un viaggio sensoriale nella cucina creola della Louisiana mix di cultura spagnola-europea e americana: piatti intriganti come Gumbo (zuppa), Jambalaya (carne e verdura), gamberi al cocco, riso “sporco”, tutto molto speziato, eccetera. Insomma “Visioni americane” non solo per le per orecchie, ma anche per il palato.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 209 volte, 1 oggi)