ASCOLI PICENO –  Il centrosinistra risponde alla diffida presentata dalla lista “l’Altra Provincia”.

Francesco Ameli, del Partito Democratico scrive:”dallo scrutinio di una scheda in più in fascia B e di una scheda in meno in fascia A (dovuta probabilmente ad un errore di consegna delle stesse all’elettore), non determina alcuna significativa variazione sull’esito finale del voto. Dallo spoglio effettuato, la variazione del totale dei voti ponderati per le varie liste che sarebbe determinata dalla sostituzione di una qualunque scheda da fascia B a fascia A, è del tutto ininfluente sia al fine del riparto dei seggi tra le varie liste con il metodo D’Hont, sia sui candidati eletti di ciascuna lista”.

Dai primi conteggi determinati dallo spoglio, la variazione del totale dei voti ponderati per le varie liste che sarebbe determinata dalla sostituzione di una qualunque scheda di fascia B a fascia A è del tutto ininfluente sia al fine del riparto dei seggi tra le varie liste con il metodo d’hont sia sui candidati eletti di ciascuna lista.
Per quanto riguarda il Presidente, dallo spoglio effettuato il totale dei voti ponderati scrutinati per il candidato Paolo D’Erasmo è pari a 57814.
Laddove invece che fascia B, la scheda fosse stata sempre per Paolo D Erasmo in fascia A il totale dei voti sarebbe stato di 57705.
Qualora invece la scheda fosse stata bianca o nulla il totale dei voti ponderati per Paolo D Erasmo sarebbe stato di 57624.
Le differenze, come dimostrato, sono del tutto ininfluenti trattandosi tra l’altro di candidato unico alla presidenza.”
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 223 volte, 1 oggi)