ASCOLI PICENO –  Il neo presidente della Provincia, Paolo D’Erasmo sarà al lavoro già da domani.

L’ex sindaco di Ripatransone ci dice: “da subito parlerò con la Corte dei Conti e avremo bisogno di un consulente per stabilizzare i conti della Provincia, che come sappiamo, non godono affatto di buona salute. Questo è il  mio primo pensiero. Abbiamo bisogno di questa figura per la ri-organizzazione dell’Ente. Dobbiamo coprire i settori deboli, come la manutenzione e le strade, che necessitano una cura particolare. Lì dobbiamo rafforzare, per dare un segnale diverso.”

 – Quali saranno, dunque le cose da fare subito?. “Da domani mattina iniziamo un lavoro in stretta collaborazione con i sindaci per fronteggiare le tante emergenze. Mi stanno telefonando da tutta la provincia per parlare dei tanti problemi da affrontare. Unire le forze con tutti i sindaci è doveroso e lo farò da subito”

– Cosa si può fare per avviare al problema del tanto discusso dissesto finanziario dell’Ente. “Ci sono tantissimi problemi per l’enorme debito accumulato della Provincia. Io non so fare il ragioniere, ma il mio dovere mi impone di mettere a posti i conti del nostro Ente. Intanto, la macchina amministrativa va modificata radicalmente.”

E per quanto riguarda la discarica di Relluce? Cosa si può fare?. “Si tratta di un parto naturale, perché l’Ata già c’è e i sindaci decideranno come andare avanti. Il piano regionale dei rifiuti dice che ogni provincia deve avere la sua discarica. Mi pare che la Regione fa le leggi e il territorio le deve applicare. Non bisogna trovare delle scorciatoie o approvare progetti fuori dall’Ata. Mi pare  tutto molto naturale questo”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 476 volte, 1 oggi)