CASTIGNANO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte del gruppo consiliare Impegno Civico di Castignano:

“Il gruppo consiliare Impegno Civico, già in occasione dell’insediamento dell’attuale consiglio comunale di Castignano aveva denunciato la irregolare nomina, per la terza legislatura consecutiva, di Vincenzo Merletti come vicesindaco. Non solo per ragioni di opportunità politica, si disse che la permanenza negli stessi ruoli amministrativi rischia di produrre un radicamento di forme di notabilato, personalizzazione del potere e clientelismo, ma anche e soprattutto per la palese violazione del Regolamento comunale vigente che, all’articolo 45 recita: ‘Chi ha ricoperto in due mandati consecutivi la carica di assessore non può essere nel mandato successivo ulteriormente nominato assessore’.

La denuncia di Impegno Civico ha dovuto scontrarsi con il muro di gomma eretto dal sindaco Fabio Polini che, mostrando indifferenza a quanto contestato dai consiglieri Luigi Cava e Lino Corradetti, non solo non ha mosso un dito, ma non ha neppure risposto alla richiesta di chiarimenti protocollata alla sua cortese attenzione nella seconda metà del mese di agosto.

Oggi, a distanza di più di quattro mesi dall’insediamento della nuova amministrazione, la situazione a riguardo è perfino peggiorata. Difatti risulta documentabile la palese violazione di quanto disposto testualmente dall’articolo 78 comma 3 del Decreto Legislativo 267 del 18 agosto 2000 che recita: ‘I componenti la giunta comunale competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici devono astenersi dall’esercitare attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato’.

Essendo che l’attuale vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici figura in qualità di progettista e direttore dei lavori come da tabelle esposte nei cantieri riferibili a interventi di edilizia privata, se ne deduce l’immediata necessità da parte del Sindaco di provvedere alla revoca della delega ai Lavori Pubblici o, in subordine, delle dimissioni dell’amministratore che non si è attenuto ai Doveri e alle Condizioni giuridiche contemplate nel testo unico degli enti locali, ovvero una sorta di Bibbia per le pubbliche amministrazioni.

Il gruppo consiliare Impegno Civico si augura che il sindaco di Castignano, di fronte a violazioni di tale evidenza, provveda quanto prima al fine di ottemperare a quanto disciplinato dal nostro ordinamento giuridico in materia di lavori pubblici”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 228 volte, 1 oggi)