LIDO TRE ARCHI – Nell’ambito di una complessa e articolata attività di rafforzamento dei dispositivi di contrasto al fenomeno dei furti in abitazione, nella serata del 20 ottobre il personale della Squadra Mobile di Ascoli, in collaborazione con i Commissariati di Fermo e San Benedetto del Tronto, hanno intercettato a Lido Tre Archi, due autovetture ritenute sospette.

Ne è scaturito un rocambolesco inseguimento che è terminato nelle campagne limitrofe in cui venivano ritrovate le due autovetture, di cui una è provento di furto avvenuto a San Benedetto del Tronto la sera precedente. Purtroppo durante le concitate fasi un operatore della Squadra Mobile rimaneva lievemente ferito.  

È parere degli investigatori ritenere che le due auto, qualora non fermate, sarebbero state utilizzate da bande specializzate per compiere una serie di furti in abitazioni nel Fermano. Sono in corso accertamenti volti all’identificazione degli autori dei reati.

L’attuale servizio rientra nella più vasta operazione contro il fenomeno dei furti in abitazione. La Questura di Ascoli sta ponendo in essere, con l’impiego sistematico di pattuglie molte delle quali sono costituite dalle autocivette dalla Squadra Mobile, personale particolarmente esperto e addestrato per le bande dei furti in appartamento e per fare appostamenti, pedinamenti e inseguimenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)