ASCOLI PICENO –  Prime mosse per la Provincia a guida Paolo D’Erasmo.

Come annunciato, una delle immediate priorità affrontate dal nuovo presidente, è stata l’urgenza di avviare fin dalle prossime settimane interventi straordinari di manutenzione sulla rete stradale provinciale per affrontare le diverse criticità e incrementare la sicurezza, anche in vista dell’approssimarsi della stagione invernale.

“Abbiamo varato in pochi giorni un Piano straordinario, tutto fatto in economia e con risorse tecniche ed umane interne all’Ente, prendendo in considerazione le tante segnalazioni dei sindaci, dei cittadini, dei funzionari provinciali” ha affermato il presidente D’Erasmo nella conferenza stampa di presentazione dei lavori, insieme ai consiglieri Bellini, Evangelisti, Novelli, Corradetti e alla presenza del Dirigente del Servizio dott. Domenico Vagnoni e dei funzionari dell’Ente.

Il Piano prevede il rafforzamento delle unità già impegnate sul campo con ulteriori 19 dipendenti, che saranno reperiti da altri Servizi, compresi l’Ufficio Presidenza e la Polizia Provinciale, e destinati a tale attività raggiungendo complessivamente le 66 unità impiegate secondo varie mansioni. Pertanto, dalle attuali 4 squadre, si passerà a 12 squadre al lavoro in tutti e 33 i Comuni del Piceno.

Tra gli interventi previsti: il completamento della decespugliazione, la ripulitura delle bocchette e zanelle stradali, lo sgorgo di tombini ostruiti, il taglio di piante e rami che, laddove protesi al di sopra della sede stradale, possono cagionare pericolo al transito degli automezzi particolarmente in concomitanza di raffiche di vento e nevicate e, infine, il successivo intervento straordinario di segnaletica orizzontale con particolare attenzione alla segnalazione di punti pericolosi per frane e smottamenti.

Il costo dell’operazione è di 50 mila euro – ha evidenziato D’Erasmo – e il mio sentito ringraziamento va a tutto il personale coinvolto che si è reso disponibile a questa azione sul territorio che comporterà per i lavoratori apposite turnazioni e un orario di lavoro straordinario. Gli interventi saranno completati entro 90 giorni e monitorati nel loro svolgimento mediante cartografia predisposta dal servizio Informatico, non solo per dare trasparenza al lavoro della Provincia, ma anche al fine di dotarsi di un ulteriore strumento di presidio del territorio in relazione ai dissesti idrogeologici e ai compiti di Protezione Civile. Si è inoltre deciso di vendere due auto di rappresentanza per integrare al massimo le risorse a disposizione e accompagnare il complesso lavoro che si intende effettuare. Abbiamo un obiettivo più ambizioso, se nelle prossime settimane, si riuscirà a sbloccare delle risorse giacenti dell’Anas e altri fondi si potrà approntare interventi più consistenti come la risagomatura di strade e la sistemazione di avallamenti”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)