ASCOLI PICENO – Sensibilizzare maggiormente le aziende e fare il punto su una misura di grandissimo impatto e attualità come “Garanzia Giovani” sono gli obiettivi emersi in occasione della riunione tecnica tenutasi al Centro per l’Impiego di Ascoli, alla presenza di consulenti del lavoro, commercialisti, rappresentati di associazioni di categoria e imprenditori.

L’incontro è stato promosso dalla Provincia e Italia Lavoro per fare il punto su un’iniziativa che sta suscitando grande interesse sul territorio come testimoniano i numeri raccolti fino ad oggi: 1671 adesioni dal Ciof di Ascoli, 551 dal Ciof di San Benedetto, 700 i Patti di attivazione sottoscritti e 82 i tirocini attivati dai due Centri.

Nel corso del tavolo è stato ricordato come l’adesione al programma deve essere effettuata o autonomamente dal giovane interessato tramite il portale informatico Click Lavoro o recandosi direttamente negli uffici del Centro per l’Impiego che offre servizi di accoglienza, informazione, orientamento, profiling e accompagnamento. Ogni candidato, una volta iscritto, può quindi accedere a diverse misure come formazione, apprendistato, servizio civile, sostegno all’auto-impiego e all’auto-imprenditorialità, mobilità transnazionale, bonus occupazionale e tirocinio.

I documenti di riferimento per avviare un tirocinio di 6 mesi (elevabile a 12 per i giovani disabili ex L.68/99 e giovani svantaggiati ex L.381/1991) sono la convenzione e il progetto formativo individuale sottoscritti dal soggetto promotore, da quello ospitante e dal candidato in occasione dell’incontro fissato con l’ufficio preposto dei Centri per l’Impiego provinciali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)