ASCOLI CALCIO – Torna a vincere l’Ascoli e si riprende la vetta della classifica del girone B, superando la Reggiana che ieri aveva perso contro il Gubbio per 3 reti 1. Vittoria importante per i bianconeri che fermano una diretta rivale. Il gol arriva nel secondo tempo quando Mustacchio stoppa un pallone in area su un millimetrico lancio di Pirrone e incrocia sul palo opposto alla sua sinistra. Gol annullato al Pontedera quando manca un quarto d’ora alla fine, dubbia la decisione dell’arbitro sul fuorigioco.

Parte in panchina Perez, al suo posto Altinier mentre Giovannini sostituisce lo squalificato Chiricò. In difesa fuori Rossi per infortunio dentro Dell’Orco da un lato e Avogadri dall’altro che ben figurano. Solito modulo di partenza 4-2-3-1 poi nel secondo tempo mister Petrone inserisce Perez. L’Ascoli con due punte ha molte più soluzioni in avanti ed il gol arriva proprio per la diversa predisposizione tattica offensiva, Berrettoni molto vivace nel primo tempo cerca di imbeccare gli esterni più volte, i pericolosi cross in area di Mustacchio e Giovannini finiscono spesso sulla testa di Altinier, para bene Ricci. Partita che si incattivisce negli utlimi venti minuti, espulso Carpani sul finale per doppia ammonizione.

Indiani, mister Pontedera si congratula con i suoi per la prestazione: “Buona prestazione al cospetto di una squadra come l’Ascoli abbiamo fatto la nostra bella figura. Se pareggiavamo sarebbe stato giusto ma comunque l’Ascoli ha fatto la partita, il gol era buono ma l’assistente ha detto no quindi ora non stiamo qui a parlarne. E’ così dobbiamo prenderne atto, dopo il cambio tattico dell’Ascoli ero convinto di poterla portare in porto, abbiamo fatto un grosso errore sul gol dell’Ascoli e l’abbiamo pagato, dopo lo svantaggio la squadra ha avuto una reazione bellissima e meritavamo il pari. Il campionato molto equilibrato, certo l’Ascoli crea tanto, ha giocatori importanti e un gran gioco. Col mercato di Gennaio aspettiamo, cerchiamo di far punti ora che dopo il mercato inizia un’altro campionato.”

Grassi, trequartista Pontedera riflette sul gol annullato:”La mia punizione si era gol se Pelagatti non l’avesse respinta, poi Madrigali ha messo in rete ma l’assistente ha annullato, non so come si può annullare un gol così ha preso un’abbaglio. Bella prestazione da parte nostra ma abbiamo sbagliato sul gol dell’Ascoli, il cambio tecnico ci aveva favorito per essere più pericolosi sugli esterni. Il campionato molto equilibrato non c’è una squadra che può partire – e sull’Ascoli- squadra molto esperta.”

Mister Petrone non si presenta in sala stampa, lasciando spazio ai giocatori. L’autore del gol Mattia Mustacchio è soddisfatto ai microfoni:”Mi hanno ammonito perchè ho sollevato la maglia, dedica per la mia ragazza. Sul gol avevamo già provato questo tipo di azione, Pirrone lancio perfetto, mi sono inserito e poi il blocco involontario di Altinier sul difensore mi ha favorito. Si questo gol mi ci voleva, non riuscivo a metterla dentro, son contento, per me fare assist o gol è identico l’importante è vincere. Bellissime parate del portiere sui colpi di testa di Altinier. Ora siamo contenti di essere primi, per noi deve essere uno stimolo a lavorare sempre di più. Vorrei vedermi a fine dell’anno lassù ” Sto da dio ad Ascoli, con le persone, i tifosi, la squadra, in questo periodo in cui non sono riuscito ad esprimermi come volevo e non riuscire a trovare la giocata giusta mi faceva arrabbiare, devo stare più sereno consapevole che tutti tifano per me e mi sostengono.”

Cristian Dell’Orco contento per questa vittoria in casa:”Contento anche per i tifosi, è stato bello riportare la vittoria in casa. La forma la sto recuperando piano piano, erano due mesi che non facevo una partita, cerco di dare sempre il massimo. In questo campionato squadre deboli non esistono incontreremo sempre formazioni di buon livello. Il Mister ci ha rimproverato di non essere stati più alti nel finale. Siamo al primo posto ma ora conta poco, dobbiamo arrivare primi alla fine del campionato.”

Il Dg Lovato ai microfoni, si esprime sul primato in classifica: “Non era scontato, abbiamo visto una partita vera merito di tutte e due le squadre, abbiamo giocato meglio di loro per settanta minuti ma poi sono usciti fuori loro. Il percorso che stiamo affrontando bene e stiamo capendo come gestirlo. Sono contento per oggi. Ringrazio i tifosi, una curva così può fare la differenza, sentirsi incitati comunque nonostante la partita col Gubbio. bene che abbia segnato Mustacchio, a lui pesava di non aver segnato, si è sbloccato ci farà divertire – sul gol annullato invece – dubbio non so bene cosa sia successo, ma sull’azione che ha preceduto l’azione c’era una punizione a nostro favore. Nulla da ridire sull’espulsione di oggi.”

Capitan Berrettoni, “Fa sempre piacere essere in vetta, consapevoli però che il campionato è iniziato da poco. Le difficoltà ci saranno sempre ma nei momenti importanti abbiamo tirato sempre fuori qualcosa di più, oggi siamo stati uniti e lo spirito di sacrificio di tutti. Oggi sono tornato più indietro perchè per la loro organizzazione di gioco ci schiacciavano, una delle squadre che gioca meglio a calcio, giocano insieme da molto tempo. L’Ascoli gioca bene, abbiamo sofferto perchè giocano bene i primi venti minuti se avessimo fatto due, tre gol non sarebbe stato uno scandalo. Contento per Mattia, ha delle grandi qualità quando attacca lo spazio è immarcabile. Quando abbiamo cambiato modulo per farli spingere sugli esterni e fargli perdere il loro punto di riferimento che è Grassi, uno dei giocatori più

Con due punte l’Ascoli ha più soluzioni?”Dipende dagli avversari che incontri, dipende dal mister che può scegliere varie soluzioni e vari moduli analizzando le situazioni.   Sulla differenza tra il capitano bianconero e Grassi rispond: “li si incentra tutto su di lui, come era per me il Bassano, noi abbiamo soluzioni diverse. Domenica altra partita importante la sorpresa del campionato, di qualità soprattutto in avanti li studieremo bene.”

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 819 volte, 1 oggi)