APPIGNANO DEL TRONTO – L’amministrazione comunale, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci sezione di Appignano del Tronto, ha organizzato un corteo che ha visto sfilare in via Roma, fino ad arrivare al monumento ai caduti, tutti i bambini e i ragazzi della Scuola dell’infanzia, elementare e media del plesso scolastico di Appignano del Tronto dell’Isc Falcone e Borsellino.

Il sindaco Maria Nazzarena Agostini ha raccontato ai ragazzi un avvenimento della storia della Prima Guerra Mondiale, la cosiddetta “Tregua di Natale”. Il giorno di Natale del 1914 sul fronte franco-tedesco si verificarono numerosi episodi di fraternizzazione tra opposte trincee. Uno in particolare, tra francesi e alleati britannici (un reparto scozzese) da una parte e l’esercito del Kaiser dall’altra. Un celebre tenore tedesco, sotto le armi come soldato semplice, improvvisò un recital e la sua voce richiamò fuori dalle trincee i nemici e tutti insieme cantarono e festeggiarono sentendosi uomini e fratelli e non soldati di diversi schieramenti.

Gli studenti hanno mostrato disegni, recitato poesie e cantato canzoni accompagnati dalla musica del Corpo Bandistico Città di Appignano del Tronto.

Al termine della cerimonia, il sindaco Agostini, il Presidente della Sezione combattenti e reduci di Appignano Nazzareno Alessi e il Maresciallo dei Carabinieri De Angelis hanno deposto una corona di alloro al Monumento ai Caduti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)