Cacciata dalla scuola per i suoi capelli blu. E’ successo in un istituto paritario di Barletta e la vicenda sta facendo discutere tutta Italia. La ragazza sarebbe stata respinta per il mancato rispetto del regolamento della struttura, che richiedeva una particolare attenzione all’abbigliamento e al look. Il caso finirà in Tribunale, visto che i genitori della giovane hanno denunciato l’accaduto alla Magistratura.

In attesa che il giudice si esprima, vale però la pena ricordare qualche precedente ‘televisivo’ in tal senso. Nell’ottobre 1998 infatti, l’ordine di sobrietà giunse nientemeno che da Enrico Mentana. L’allora direttore del Tg5 punì la giornalista economica Tiziana Rosati per essersi presentata in video proprio con la chioma blu.

“Resterà una nostra redattrice – rassicurò Mentana – ma per andare in onda bisogna evitare di distrarre a vario titolo i telespettatori dalle notizie. Ho la certezza che tutti gli altri direttori si sarebbero comportati come me”. La reazione del direttore non si limitò tuttavia alla strigliata di capo: a danno della Rosati arrivò pure un servizio ad hoc nell’edizione serale (la più vista) nel quale si stigmatizzò la trovata accostandola addirittura a quella di una cronista inglese che improvvisò uno spogliarello in tv.

Le polemiche furono furenti. La Rosati ottenne persino la solidarietà di Mina. La cantante remò al fianco del coordinamento dei comitati di redazione delle reti Mediaset, che accusarono Mentana di “pubblica gogna”.

Un caso simile, ma decisamente meno rumoroso, riguardò la conduttrice Paola Maugeri, volto prima di Videomusic e poi di Italia 1. Parecchio disappunto ai piani alti, a cui comunque non fece seguito alcuna sospensione.

A riprova che i capelli blu non urtano solo le suore.

@falcions85

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 664 volte, 1 oggi)