ASCOLI PICENO – La sezione Provinciale Ens di Ascoli Piceno partecipa attivamente alla mobilitazione dell’Ente Nazionale Sordi di fronte al Parlamento e in tutte le Prefetture d’Italia. Nella mattinata dell’11 novembre è stato montato il presidio Ens a Piazza Montecitorio per sensibilizzare le Istituzioni e l’opinione pubblica sul mancato riconoscimento della Lingua dei Segni Italiana e per ottenere il rispetto della piena partecipazione e cittadinanza per le persone sorde e sordocieche.

Dall’11 al 14 novembre ogni sezione provinciale d’Italia ha calendarizzato l’incontro con le Prefetture. Il Prefetto di Ascoli Piceno ha accettato di ricevere una delegazione della Sezione Ens di Ascoli Piceno, ovvero il Consiglio Provinciale , formato dal Presidente Alessandro Malizia, Consiglieri Giacomo Tavoletti e Massi Benito e il Segretario Provinciale Ramona Di Ridolfi.

Scopo dell’incontro, previsto nella mattinata del 14 novembre, la consegna della proposta di legge. “Disposizioni per la rimozione delle barriere di comunicazione, per il riconoscimento della LIS, della LIS tattile e per la promozione dell’inclusione sociale delle persone sorde e sordo-cieche  e di tutta la documentazione  utile a chiarire le motivazioni della protesta e quindi la richiesta di inoltro della stessa alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Governo perché diventi presto legge.

Il 20 Novembre, anche la sezione di Ascoli Piceno sara’ presente a Roma alla Manifestazione Nazionale di Protesta: un corteo in partenza dalle Terme di Diocleziano fino alla Piazza SS Apostoli, dove sara’ allestito un palco per gli interventi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)