ASCOLI PICENO –  I cittadini ascolani si impegnano per salvare Colle San Marco. Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta.

“Una domenica pomeriggio di agosto sul pianoro di san marco per una passeggiata/scampagnata in famiglia mi sono trovata di fronte ad uno “spettacolo” indecente.

In cui ogni luogo che ricordi nei ricordi di bambina era sovrastato da un profondo stato di abbandono e decadenza come ad esempio le strutture con i campi da tennis, campi da bocce, giochi bimbi….tutto invaso e sovrastato da ruggine sporcizia vetri rotti ecce cc.. insomma immersi nel più devastante abbandono.

Questo ha fatto si che in me sia salita una forte spinta a non accettare che un luogo così bello fosse ridotto in quello stato pregiudicando una fruibilità piena e serena per tutte le famiglie e per tutti coloro che ne vorrebbero godere. Per questo ho deciso che fosse giusto dare vita ad una petizione popolare con anche una quota economica non obbligatoria come offerta che ha voluto simboleggiare il ruolo primario che questo luogo deve rivestire per la città di Ascoli e per i suoi abitanti.

Questa mia lettera è per comunicare l’avvenuta consegna il 10/11/2014 delle 374 firme raccolte e la somma economica che i cittadini hanno donato è di euro 157. (Potrebbero sembrare pochi ma sono tanti considerato il particolare momento di crisi). questa donazione rafforza in me la convinzione della giustezza della richiesta della petizione a tal punto che dei semplici cittadini hanno donato dei loro soldi per questa causa.

La sottoscritta ha intenzione di donare la somma sopra citata al comune solo se sarà garantito il loro utilizzo per le finalità per cui sono stati donati dagli ascolani.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 464 volte, 1 oggi)