ASCOLI PICENO – Dopo il poker rifilato al  Forlì, l’Ascoli torna in campo contro il Pro Piacenza, per la sfida valida per la 14° giornata di campionato di Lega Pro girone B,  in programma domenica 23 novembre al Garilli  di Piacenza alle ore 16:oo non ci saranno Addae e Perez squalificati e nemmeno Cristiano Rossi che ha lavorato a parte ed è in fase di recupero. Venti i convocati in vista del match: Altinier, Avogadri, Bangal, Barison, Berrettoni, Carpani, Chiricò, Cinaglia, Dell’Orco, Giovannini, Gualdi, Lanni, Margarita, Mengoni, Mori, Mustacchio, Pelagatti, Pirrone, Ragni, Ruggiero

Tantissimi i tifosi in partenza per l’Emilia, il match che sulla carta potrebbe essere considerato tra i più semplici vista la classifica non deve assolutamente essere preso sotto gamba. La Pro Piacenza ultima a 3 punti paga la penalizzazione di 8 punti, sarebbero 11 i punti effettivi conquistati sul campo durante la stagione.

Col Forlì una partita preparata nei minimi particolari abbiamo visto Berrettoni a riposo ma  il modulo lo stesso, 4 reti realizzate comunque non bisogna sottovalutare il Piacenza?

Si possono cambiare gli interpreti ma il modulo rimane lo stesso li interpreti ma non l impostazione. La classifica è bugiarda dal punto di vista regolamentare hanno una penalizzazione ma dico bugiarda perché per come si esprimono potrebbero fare meglio. Il Pro Piacenza non  vince da molto ma è una squadra che l’ultima partita che ha vinto l’ha vinta col Pisa, sembra un paradosso ma a Carrrara sono andati per vincere non sappiamo chi sostituisce i loro squalificati. Chi invece andrà in campo al posto di Addae e Perez darà il massimo non devono pesare. Col sudore abbiamo raggiunto determinati obiettivi e dobbiamo continuare così non abbiamo mai sottovalutato nessuno. Dobbiamo solo giocare la partita. Abbiamo 20 elementi è giusto andar a fare delle scelte più oculate. Rossi è in via di guarigione si sta curando.

Mister Petrone ha preparato la gara nei minimi dettagli consapevole del fatto che gli emiliani cambiano spesso modulo in base all’avversario che si trovano di fronte.

Mister il Pro Piacenza ha cambiato diversi moduli, potrebbe riprovare il 3-5-2 che in fase difensiva diventa un 5-3-2 le ali bianconere si troverebbero in difficoltà?Ci siamo comportati bene contro qualsiasi  modulo ci siamo trovati di fronte, abbiamo assimilato i concetti sarebbe un peccato cambiare il nostro modulo. La strada intrapresa è quella giusta. Non so che modulo aspettarmi li ho studiati, si è vero  hanno provato anche il 3-5-2 ma le partite sono tutte difficili non so se con quel modulo riescono a bloccare le nostre ali, noi continuiamo sulla nostra strada.

Due i ballottaggi, a centrocampo tra Carpani e Gualdi e in difesa tra Mori e Pelagatti. Potrebbe scattare l’ora di Carpani coniderata l’assenza di Addae? potrebbe scattare l’ora ma anche di Gualdi dipende dallo scacchiere del Piacenza. Tatticamente stiamo bene se ci saranno novità lo vedrete nella partita.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 363 volte, 1 oggi)